Ricette dolci, Ricette senza glutine

“Sannacchiudere tarantini” senza glutine

Insieme alle pettole che danno il via al periodo natalizio, i Sannacchiudere tarantini (o struffoli) sono tra i miei dolci di Natale preferiti, e quest’anno finalmente ho avuto modo di prepararli a casa come tradizione vuole, ovviamente nella versione senza glutine.

Il termine ricorda l’espressione “s’hanno a chiudere”, cioè “si devono chiudere”, da cui alcuni presumano possa derivare. In particolare, circola da alcuni anni la storia popolare di una donna che, data la povertà del tempo, non aveva ingredienti sufficienti per fare un dolce vero e proprio e così, con alcuni scarti di farina, alcune uova e ulteriori ingredienti diede vita alla pietanza che non sembrandogli poi tanto buona al primo impatto immerse in miele bollente. Secondo la tradizione i figlioletti della donna li provarono e li trovarono tanto buoni da rischiare di finirli troppo in fretta, e così la madre, riponendoli in un mobiletto della cucina, disse “s’hann’ a chiudere”.

Dolce povero tipico della tradizione natalizia tarantina, i Sannacchiudere sono fatti di piccole porzioni di pasta preparate con uova, farina, zucchero, scorza di limone grattugiata e vaniglia, fritte nell’olio e poi affogate nel miele e ricoperti di zuccherini colorati.

Ecco qui la ricetta per i Sannacchiudere tarantini 🙂

Ingredienti:

150 gr di farina per dolci (io utilizzo il Mix Nutrifree)

50 gr di zucchero

1 uovo

la buccia grattugiata di mezzo limone

1 cucchiaino raso di lievito per dolci

1 cucchiaio di olio evo

un pizzico di sale

olio per friggere

150  gr di miele

2 cucchiai di zucchero

confettini colorati senza glutine

Preparazione

In una terrina versate la farina e al centro l’uovo, lo zucchero, il lievito, la buccia di limone, olio e un pizzico di sale e iniziate ad impastare prima con il cucchiaio e poi sulla spianatoia.

Impastate fino ad ottenere un panetto omogeneo e non troppo appiccicoso.

Coprite con la pellicola e lasciate riposare a temperatura ambiente per una 1/2 ora.

Tagliate un po’ d’impasto e formate dei cordoncini sottili del diametro di circa mezzo centimetro, successivamente tagliate i cordoncini in piccoli pezzetti.

Versate abbondante olio in una padella e appena caldo iniziate a friggere un po’ per volta i Sannacchiudere.

Mescolate continuamente con la schiumarola e non appena sono dorati fateli asciugare su carta assorbente.

Intanto in un pentolino fate sciogliere il miele con lo zucchero.

Versate quindi i Sannacchiudere all’interno del pentolino e metà dei confettini colorati, mescolando il tutto.

Decorate con altri confettini e lasciate raffreddare prima di servire.

Buon Natale a tutti da Cronache di una celiaca!

Sannacchiudere tarantini senza glutine

1 pensiero su ““Sannacchiudere tarantini” senza glutine”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...